ESAMI DI STATO 2020

ECCO LE NOVITA’ EMANATE DAL MINiSTERO DELL’ISTRUZIONE

Come tutti sappiamo, quest’anno ci saranno alcune novità relative agli esami di Stato.

Scopriamo insieme brevemente in cosa consistono:

                                                              Ammissione

Saranno ammessi all’esame di Stato i ragazzi che hanno conseguito in ogni disciplina (materia) un voto non inferiore a 6/10 e un voto di comportamento (ovvero voto in condotta) non inferiore ai 6/10.

Inoltre il punteggio massimo relativo ai crediti scolastici per la votazione finale sarà di massimo 25 punti.

                                                Modalità di svolgimento

L’esame di Stato sarà composto da 3 (o 4 se la Commissione lo richiede) prove scritte e da un colloquio orale.

Le prime due prove scritte sono predisposte dal Ministero e uguali in tutta Italia per gli stessi tipi di istituti, la terza prova invece verrà elaborata dalla Commissione.

La prima prova è prettamente letteraria, con l’analisi di un testo o la produzione di un saggio o di un articolo giornalistico, la seconda prova riguarda una materia inerente al corso di studi ( es. nei licei scientifici potrebbe essere la matematica, negli istituti tecnici l’elettronica o l’informatica etc..), infine la terza prova comprende max 5 materie in risposte a questionari.

                                                          Punteggio finale

Il punteggio finale sarà espresso in centesimi e assegnato secondo questi criteri:

  • Crediti curricolo (25 max)
  • Prove scritte (45 max, ovvero 15 punti max per ogni prova)
  • Colloquio orale (30 max)
  • 5 punti per gli studenti con credito 15 e prove d’esame 70, a discrezione della commissione
  • Lode ai candidati eccellenti, ovvero chi ha ottenuto il massimo punteggio nelle prove scritte, nel colloquio e nei crediti curricolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *